Read Microsoft PowerPoint - Trasferimento quote srl_Aspetti fiscali_NEW.ppt text version

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta

Dott. Pasquale SAGGESE

LA CESSIONE DI PARTECIPAZIONI PARTECIPAZIONI NON DETENUTE NELL'ESERCIZIO DI IMPRESA

PARTECIPAZIONI ASSIMILATE QUALIFICATE E FATTISPECIE

Partecipazioni che rappresentano una percentuale superiore al: - 20% dei diritti di voto in assemblea ordinaria - 25% del capitale o del patrimonio Ai fini del computo, devono essere cumulate le cessioni avvenute nei 12 mesi precedenti Le predette percentuali sono, rispettivamente, ridotte, al 2% e al 5% per le partecipazioni negoziate in mercati regolamentati

Il trasferimento delle quote di Srl 2

1

PLUSVALENZE SU PARTECIPAZIONI

SOGGETTO CHE REALIZZA LA PLUSVALENZA Società di capitali ed enti commerciali Imprenditori individuali nell'esercizio d'impresa e società di persone commerciali Soggetti passivi IRPEF al di fuori dell'es. d'impresa

*

PARTECIPAZIONI QUALIFICATE

PARTECIPAZIONI NON QUALIFICATE

Imponibile al 5%* (dall'1.1.2008) o integralmente imponibile** Imponibile al 40%* (49,72%* dall'1.1.2009) o integralmente imponibile** Imponibile al 40%*** (49,72%*** dal 2009) Imposta sostitutiva 12,5%***

In presenza dei requisiti richiesti per fruire della participation exemption (la plusvalenza è imponibile al 16% fino a concorrenza delle svalutazioni fiscalmente dedotte ante 2004) ** Facoltà di rateizzazione in quote costanti fino a 5 esercizi in caso di partecipazione iscritta negli ultimi 3 bilanci tra le immobilizzazioni finanziarie *** Imponibile al 100%, come reddito diverso, se relativa a partecipazione in società ed enti residenti in Paesi appartenenti alla black list (ad eccezione delle partecipazioni non qualificate negoziate in mercati regolamentati), salvo dimostrazione, a seguito di interpello, che dalla partecipazione non è stato conseguito, sin dall'inizio del periodo di possesso, l'effetto di localizzare i redditi in detti Paesi

Il trasferimento delle quote di Srl 3

MINUSVALENZE SU PARTECIPAZIONI

SOGGETTO CHE REALIZZA LA MINUSVALENZA Società di capitali ed enti commerciali Imprenditori individuali nell'esercizio d'impresa e società di persone commerciali PARTECIPAZIONI QUALIFICATE PARTECIPAZIONI NON QUALIFICATE

Indeducibile totalmente* o integralmente deducibile Deducibile al 40%* (49,72%* dall'1.1.2009) o integralmente deducibile Deducibile solo da plusvalenze finanziarie qualificate nei limiti del 40%** (49,72%** dal 2009) Deducibile solo da plusvalenze finanziarie diverse da quelle qualificate**

Soggetti passivi IRPEF al di fuori dell'esercizio di impresa

Riporto a nuovo Riporto a nuovo dell'eccedenza non oltre il dell'eccedenza non oltre il 4° periodo successivo 4° periodo successivo

presenza dei requisiti richiesti per fruire della participation exemption **Se relativa a partecipazione in società ed enti residenti in Paesi appartenenti alla black list (fatte salve le partecipazioni non qualificate negoziate in mercati regolamentati), per le quali non sia stato esperito l'interpello o lo stesso abbia avuto esito negativo, la minusvalenza è deducibile solo dalle plusvalenze della medesima specie percepite nei periodi d'imposta successivi, ma non oltre il quarto

Il trasferimento delle quote di Srl 4

*In

2

CESSIONI DI NON RESIDENTI

PARTECIPAZIONI IN SOCIETÀ RESIDENTI QUALIFICATE

QUOTATE

IMPONIBILI (salvo convenzioni internazionali)

NON QUOTATE

IMPONIBILI (salvo convenzioni internazionali) Residenti white list: NON IMPONIBILI Residenti non white list: IMPONIBILI

NON QUALIFICATE

NON IMPONIBILI

Il trasferimento delle quote di Srl

5

ESENZIONE PLUSVALENZE REINVESTITE

PLUSVALENZE REINVESTITE IN START UP

L'ART. 3 DEL DL 112/2008 HA STABILITO, ATTRAVERSO I NUOVI COMMI 6-BIS) E 6-TER) DELL'ART. 68 TUIR, UNA ESENZIONE DELLE PLUSVALENZE REINVESTITE IN SOCIETÀ COSTITUITE DA NON PIÙ DI TRE ANNI CHE SVOLGANO LA MEDESIMA ATTIVITÀ DELLA SOCIETÀ LE CUI QUOTE O AZIONI SONO STATE CEDUTE REALIZZANDO LA PLUSVALENZA L'ESENZIONE SPETTA ALLE CONDIZIONI E NEI LIMITI SEGUENTI DECORRENZA LE NUOVE DISPOSIZIONI SI APPLICANO ALLE PLUSVALENZE REALIZZATE SUCCESSIVAMENTE AL 25 GIUGNO 2008, DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL DL 112/2008

Il trasferimento delle quote di Srl 6

3

ESENZIONE PLUSVALENZE REINVESTITE

AMBITO SOGGETTIVO E OGGETTIVO

SONO AMMESSI ALL'AGEVOLAZIONE I SOGGETTI CHE, AL DI FUORI DELL'ESERCIZIO DI UN'ATTIVITÀ DI IMPRESA, CONSEGUONO PLUSVALENZE PER EFFETTO DELLA CESSIONE DELLE ATTIVITÀ FINANZIARIE INDICATE NELLE LETT. C) E C-BIS) DELL'ART. 67 DEL TUIR (CON ESCLUSIONE DELLE PARTECIPAZIONI IN SOCIETÀ SEMPLICI ED ENTI AD ESSE EQUIPARATI, NONCHÉ IN ENTI COMMERCIALI, NON COMMERCIALI E NON RESIDENTI)

Il trasferimento delle quote di Srl

7

ESENZIONE PLUSVALENZE REINVESTITE

CONDIZIONI

L'AGEVOLAZIONE È CONCESSA PREVIO RISPETTO DEI SEGUENTI VINCOLI TEMPORALI: LE PARTECIPAZIONI CEDUTE, CHE HANNO GENERATO LA PLUSVALENZA, DEVONO RIGUARDARE UNA SOCIETÀ COSTITUITA DA NON PIÙ DI SETTE ANNI LE PARTECIPAZIONI CEDUTE, CHE HANNO GENERATO LA PLUSVALENZA, DEVONO ESSERE STATE POSSEDUTE DA ALMENO TRE ANNI; IL REINVESTIMENTO NELLA START UP DEVE ESSERE EFFETTUATO ENTRO DUE ANNI ED IN SOCIETÀ COSTITUTE DA NON PIÙ DI TRE ANNI (CHE SVOLGANO LA MEDESIMA ATTIVITÀ DELLA SOCIETÀ CEDUTA)

Il trasferimento delle quote di Srl 8

4

ESENZIONE PLUSVALENZE REINVESTITE

LIMITI

L'IMPORTO DELL'ESENZIONE NON PUÒ IN OGNI CASO ECCEDERE IL QUINTUPLO DEL COSTO SOSTENUTO DALLA SOCIETÀ PARTECIPATA CEDUTA NEI CINQUE ANNI ANTERIORI ALLA CESSIONE: PER L'ACQUISIZIONE O LA REALIZZAZIONE DI BENI MATERIALI AMMORTIZZABILI, DIVERSI DAGLI IMMOBILI, E DI BENI IMMATERIALI AMMORTIZZABILI NONCHÉ PER SPESE DI RICERCA E SVILUPPO IN PRATICA, L'AGEVOLAZIONE È TANTO PIÙ VANTAGGIOSA QUANTO MAGGIORI SONO GLI INVESTIMENTI IN BENI MATERIALI E/O IMMATERIALI AMMORTIZZABILI, DIVERSI DAGLI IMMOBILI, EFFETTUATI DALLA SOCIETÀ CEDUTA

Il trasferimento delle quote di Srl 9

REDDITO DI IMPRESA QUADRO NORMATIVO

NORMA TUIR

Art. 85 co. 1 lett. c) Art. 86 co. 1-3

CONTENUTO

Tassazione come ricavi dei corrispettivi derivanti dalla cessione di partecipazioni iscritte tra l'attivo circolante Tassazione come plusvalenze delle differenze tra corrispettivo e costo di acquisto per le partecipazioni iscritte tra le immobilizzazioni Frazionamento delle plusvalenze che derivano dalla cessione di partecipazioni iscritte tra le immobilizzazioni negli ultimi tre bilanci Deducibilità delle sole minusvalenze che derivano dalla cessione di partecipazioni che non hanno accesso al regime di esenzione Applicazione delle norme IRES ai soggetti IRPEF

Art. 86 co. 4

Art. 101 co. 1 Art. 56 co. 1

Il trasferimento delle quote di Srl

10

5

PLUSVALENZE SU PARTECIPAZIONI

SOGGETTO CHE REALIZZA LA PLUSVALENZA Società di capitali ed enti commerciali Imprenditori individuali nell'esercizio d'impresa e società di persone commerciali Soggetti passivi IRPEF al di fuori dell'es. d'impresa

*In

PARTECIPAZIONI QUALIFICATE

PARTECIPAZIONI NON QUALIFICATE

Imponibile al 5%* (dall'1.1.2008) o integralmente imponibile** Imponibile al 40%* (49,72%* dall'1.1.2009) o integralmente imponibile** Imponibile al 40%*** (49,72%*** dal 2009) Imposta sostitutiva 12,5%***

presenza dei requisiti richiesti per fruire della participation exemption (la plusvalenza è imponibile al 16% fino a concorrenza delle svalutazioni fiscalmente dedotte ante 2004) di rateizzazione in quote costanti fino a 5 esercizi in caso di partecipazione iscritta negli ultimi 3 bilanci tra le immobilizzazioni finanziarie *** Imponibile al 100%, come reddito diverso, se relativa a partecipazione in società ed enti residenti in Paesi appartenenti alla black list (ad eccezione delle partecipazioni non qualificate negoziate in mercati regolamentati), salvo dimostrazione, a seguito di interpello, che dalla partecipazione non è stato conseguito, sin dall'inizio del periodo di possesso, l'effetto di localizzare i redditi in detti Paesi

**Facoltà

Il trasferimento delle quote di Srl

11

MINUSVALENZE SU PARTECIPAZIONI

SOGGETTO CHE REALIZZA LA MINUSVALENZA Società di capitali ed enti commerciali Imprenditori individuali nell'esercizio d'impresa e società di persone commerciali PARTECIPAZIONI QUALIFICATE PARTECIPAZIONI NON QUALIFICATE

Indeducibile totalmente* o integralmente deducibile Deducibile al 40%* (49,72%* dall'1.1.2009) o integralmente deducibile Deducibile solo da plusvalenze finanziarie qualificate nei limiti del 40%** (49,72%** dal 2009) Deducibile solo da plusvalenze finanziarie diverse da quelle qualificate**

Soggetti passivi IRPEF al di fuori dell'esercizio di impresa

Riporto a nuovo Riporto a nuovo dell'eccedenza non oltre il dell'eccedenza non oltre il 4° periodo successivo 4° periodo successivo

presenza dei requisiti richiesti per fruire della participation exemption **Se relativa a partecipazione in società ed enti residenti in Paesi appartenenti alla black list (fatte salve le partecipazioni non qualificate negoziate in mercati regolamentati), per le quali non sia stato esperito l'interpello o lo stesso abbia avuto esito negativo, la minusvalenza è deducibile solo dalle plusvalenze della medesima specie percepite nei periodi d'imposta successivi, ma non oltre il quarto

Il trasferimento delle quote di Srl 12

*In

6

PARTICIPATION EXEMPTION

REQUISITI

· Ininterrotto possesso della partecipazione dal 1° giorno del 12° mese precedente quello dell'avvenuta cessione (metodo LIFO considerando separatamente le immobilizzazioni dalle attività finanziarie) · Classificazione della partecipazione tra le immobilizzazioni finanziarie nel 1° bilancio chiuso durante il periodo di possesso · Residenza della partecipata in Paesi non appartenenti alla black list, o dimostrazione, a seguito di interpello, che dalla partecipazione non è stato conseguito, sin dall'inizio del periodo di possesso, l'effetto di localizzare i redditi in detti Paesi · Esercizio da parte della partecipata di un'impresa commerciale Per presunzione assoluta tale requisito non sussiste relativamente alle partecipazioni in società il cui valore del patrimonio è prevalentemente costituito da beni immobili diversi dagli impianti, dagli immobili alla cui produzione o al cui scambio è effettivamente diretta l'attività dell'impresa e dai fabbricati utilizzati direttamente nell'esercizio d'impresa Tali requisiti devono sussistere ininterrottamente dal 3° periodo d'imposta anteriore al momento del realizzo fino al momento del realizzo stesso

13

DI PERTINENZA DELLA PARTECIPANTE

DI PERTINENZA DELLA PARTECIPATA

Il trasferimento delle quote di Srl

PARTICIPATION EXEMPTION

SOGLIA DI ESENZIONE SOGGETTI IRES

A DECORRERE DALLE PLUSVALENZE REALIZZATE NEL PERIODO DI IMPOSTA SUCCESSIVO A QUELLO IN CORSO AL 31.12.2007

LA PERCENTUALE DI ESENZIONE PASSA DALL' 84% AL 95% A CONDIZIONE CHE NON SIANO STATE DEDOTTE AI FINI FISCALI SVALUTAZIONI NEI PERIODI DI IMPOSTA ANTERIORI A QUELLO IN CORSO ALL'1.1.2004 LA PLUSVALENZA RIMANE ESENTE SOLO PER L'84% FINO A CONCORRENZA DELLE SVALUTAZIONI DEDOTTE

Il trasferimento delle quote di Srl 14

7

PARTICIPATION EXEMPTION

ININTERROTTO POSSESSO

A DECORRERE DALLE PLUSVALENZE REALIZZATE NEL PERIODO DI IMPOSTA SUCCESSIVO A QUELLO IN CORSO AL 31.12.2007

IL REQUISITO DELL'ININTERROTTO POSSESSO

DI CUI ALLA LETT. A) DEL CO. 1 DELL'ART. 87 DEL TUIR

RITORNA A DODICI MESI INTERI

ERA STATO PORTATO A DICIOTTO MESI INTERI

IN TAL MODO IL REQUISITO AI FINI DELL'ESENZIONE DELLA PLUSVALENZA VIENE RIALLINEATO AL REQUISITO AI FINI DELLA INDEDUCIBILITÀ DELLA MINUSVALENZA

PER ESIGENZE DI COORDINAMENTO NORMATIVO ABROGATO CO. 1-BIS DELL'ART. 101 DEL TUIR

Il trasferimento delle quote di Srl

15

PARTICIPATION EXEMPTION PERIODO DI POSSESSO STRATIFICAZIONE LIFO

Nel caso di acquisto delle partecipazioni in più tranches, si considerano cedute per prime quelle acquistate in epoca più recente, nel senso che: all'atto della cessione, per determinare quale "strato" possa beneficiare dell'esenzione, è necessario rifarsi al criterio LIFO l'impresa è comunque libera di utilizzare il criterio ordinariamente adottato (LIFO, FIFO, costo medio ponderato ecc.) per individuare il valore di carico delle azioni o quote e, conseguentemente, la plusvalenza esente

Il trasferimento delle quote di Srl 16

8

PARTICIPATION EXEMPTION Periodo minimo di possesso e percentuale di esenzione

Data di cessione dal dal dal fino al 4.10.2005 al 3.12.2005 al 1.1.2007 al 3.10.2005 2.12.2005 31.12.2006 31.12.2007 dal 1.1.2008

Periodo minimo di possesso Percentuale di esenzione

12 mesi

18 mesi

18 mesi

18 mesi

12 mesi

100%

95%

91%

84%

95%

La percentuale di esenzione riguarda solo i soggetti IRES Per le minusvalenze, il periodo minimo di possesso è sempre di 12 mesi e la percentuale di indeducibilità per i soggetti IRES è pari al 100%

Il trasferimento delle quote di Srl 17

PARTICIPATION EXEMPTION ISCRIZIONE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI 1 VERIFICA NEL PRIMO BILANCIO Risponde a finalità di certezza nei rapporti Non è richiesto che il bilancio sia già approvato 2 IRRILEVANZA DELLE RICLASSIFICAZIONI 3 APPLICABILITÀ DELLA NORMA ANTIELUSIVA Risponde all'esigenza di evitare classificazioni di bilancio "fittizie" al solo fine di usufruire del regime di esenzione

Il trasferimento delle quote di Srl 18

9

PARTICIPATION EXEMPTION ISCRIZIONE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI DISCIPLINA TRANSITORIA Partecipazioni acquisite anteriormente al 2003: rileva la classificazione nel bilancio 2002 Partecipazioni acquisite nel 2003: rileva la classificazione nel bilancio 2003 SOCIETÀ DI PERSONE La destinazione delle partecipazioni deve essere rilevata in base al bilancio, o comunque da elementi certi e precisi nella contabilità

Il trasferimento delle quote di Srl 19

PARTICIPATION EXEMPTION

RESIDENZA PARTECIPATA

A DECORRERE DALLE PLUSVALENZE REALIZZATE NEL PERIODO DI IMPOSTA SUCCESSIVO A QUELLO NEL CORSO DEL QUALE VIENE PUBBLICATA IN G.U. LA NUOVA WHITE LIST DI CUI ALL'ART. 168-BIS TUIR

IL REQUISITO DELLA RESIDENZA DELLA PARTECIPATA

DI CUI ALLA LETT. C) DEL CO. 1 DELL'ART. 87 DEL TUIR

NON FA PIÙ RIFERIMENTO AL FATTO CHE SE LA PARTECIPATA È RESIDENTE ALL'ESTERO NON DEBBA ESSERE LOCALIZZATA IN UN PAESE BLACK LIST BENSÌ AL FATTO CHE DEBBA ESSERE LOCALIZZATA IN UN PAESE WHITE LIST

MODIFICA DI COORDINAMENTO NORMATIVO CON LA SCELTA OPERATA IN FINANZIARIA DI PASSARE DALLA LOGICA DELLA BLACK LIST PER L'INDIVIDUAZIONE ESPRESSA DEI PAESI A FISCALITÀ "PRIVILEGIATA" ALLA LOGICA DELLA WHITE LIST PER L'INDIVIDUAZIONE ESPRESSA DEI PAESI A FISCALITÀ "ORDINARIA"

Il trasferimento delle quote di Srl 20

10

PARTICIPATION EXEMPTION

COMMERCIALITÀ PARTECIPATA · Presunzione assoluta di commercialità per le società i cui titoli sono negoziati nei mercati regolamentati · Irrilevanza del requisito della commercialità della società partecipata per le plusvalenze realizzate in occasione di offerte pubbliche di vendita (di azioni) · Per gli strumenti finanziari emessi da una società ma con remunerazione correlata ai risultati economici di altra società del gruppo la verifica riguarda entrambe · Per le partecipazioni in società la cui attività consiste in via esclusiva o prevalente nell'assunzione di partecipazioni (holding), i requisiti di residenza fiscale e di commercialità devono essere verificati in capo alle società direttamente o indirettamente partecipate e si verificano quando sussistono nei confronti delle partecipate che rappresentano la maggior parte del valore del patrimonio sociale · In caso di presenza di sub-holding occorre eliminare tale "schermo" essendo necessario che "le società indirettamente partecipate possano riflettere pro quota i propri requisiti di commercialità e residenza direttamente in capo alla holding"

Il trasferimento delle quote di Srl 21

La cessione di partecipazioni

Costi relativi alle partecipazioni esenti Relativi alla cessione Indeducibili Di diretta imputazione Riducono la plusvalenza esente

Il trasferimento delle quote di Srl

Relativi alla gestione Deducibili

Non di diretta imputazione Variazione in dichiarazione dei redditi

22

11

DIVIDEND WASHING La finalità è colpire cessioni delle partecipazioni che: 1. danno prima una plusvalenza esente 2. consentono la distribuzione di dividendi esclusi al 95% (o al 60%) 3. generano minusvalenze/differenze negative deducibili in sede di successiva cessione Decorrenza Cessioni effettuate dal 1° gennaio 2006

Il trasferimento delle quote di Srl

23

DIVIDEND WASHING

Esempio: 1. A vende a B la partecipazione in X con plusvalenza parzialmente esente per 10.000 2. B incassa dividendi da X per 2.000 3. B vende ad A con una minusvalenza di 3.000 Calcolo della minusvalenza deducibile 3.000 ­ (95% x 2.000) = 3.000 ­ 1.900 = 1.100

Il trasferimento delle quote di Srl

24

12

DIVIDEND WASHING

L'indeducibilità delle minusvalenze (e delle differenze negative) riguarda i dividendi percepiti nei 36 mesi precedenti il realizzo delle partecipazioni La norma non si applica alle partecipazioni acquisite da più di 36 mesi e a quelle che non hanno i requisiti oggettivi della participation exemption (commercialità e residenza in Paese non black list) La norma si applica anche relativamente alle cessioni di strumenti finanziari similari alle azioni, ivi compresi quelli iscritti nell'attivo circolante

Il trasferimento delle quote di Srl

25

13

Information

Microsoft PowerPoint - Trasferimento quote srl_Aspetti fiscali_NEW.ppt

13 pages

Find more like this

Report File (DMCA)

Our content is added by our users. We aim to remove reported files within 1 working day. Please use this link to notify us:

Report this file as copyright or inappropriate

827945