Read Microsoft Word - DOSSIER RESISTENZE GRAM NEG rev1.doc text version

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

DOSSIER

RESISTENZE NEI GRAM NEGATIVI

CARBAPENEMASI BETA-LATTAMASI AmpC ESBL

Soluzioni che nascono.

Biolife Italiana Srl

Pagina 1 di 13

Biolife -

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

SCREENING E DETERMINAZIONE DELLE CARBAPENEMASI

Le carbapenemasi sono enzimi in grado di idrolizzare i carbapenemi. Secondo la classificazione di Ambler appartengono alle classi B, C e D. Quelli della classe B sono metallo enzimi esplicando la loro azione idrolitica in presenza di zinco. Precedentemente questi erano diffusi soprattutto in Pseudomonas spp ed Acinetobacter spp. Più recentemente la presenza di enzimi di classe B, C e D è stata segnalata sempre più frequentemente anche in diverse specie di Enterobacteriaceae. La produzione di questi enzimi causa una resistenza verso diverse classi di antibiotici: penicilline, cefalosporine (cefepime e ceftriaxone), carbapenemi ed aztreonam. Dal punto di vista clinico perciò la presenza di questo enzima può creare difficoltà nella scelta della terapia corretta. Nella pratica di laboratorio è quindi importante il monitoraggio di questi ceppi sia da un punto di vista clinico che epidemiologico. Spesso i ceppi produttori di carbapenemasi sono difficili da testare sia con sistemi automatici e con alcuni sistemi manuali in quanto i valori sono vicini ai breakpoint di sensibilità. Con Neo-Sensitabs è possibile eseguire il test per riconoscere la presenza di ceppi produttori di MBL e di altre carbapenemasi. Con l'utilizzo di tre pastiglie si possono determinare le MBL: nel caso di Enterobacteriaceae la pastiglia di Acido Dipicolinico (DPA) o di Imipenem+EDTA (IM+EDTA) è interposta tra Meropenem ed Ertapenem, mentre nel caso di Non Fermentanti si usa DPA o IM+EDTA interposta tra le pastiglie di Imipenem e Meropenem. L'EDTA e il DPA sono due chelanti che, sottraendo i metalli dall'equilibrio della reazione, inattivano l'enzima. La presenza di MBL viene evidenziata se tra i due carbapenemi e l'Acido Dipicolinico o l'Imipenem+EDTA si forma una zona fantasma o una zona a forma di tappo. Con il Modified Hodge Test, la valutazione del sinergismo tra Acido Boronico ed i carbapenemi e l'assenza di sinergismo tra Cloxacillina 500 µg ed i carbapenemi è possibile determinare i ceppi con carbapenemasi KPC. Con il Modified Hodge Test, l'assenza di sinergismo tra Amoxicillina-clavulanato ed I carbapenemi è possibile determinare le oxacillinasi.

Biolife Italiana Srl

Pagina 2 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

PROCEDURA PER LA DETERMINZIONE DELLE METALLO-BETA-LATTAMASI MBL (ENZIMI DI CLASSE B)

Enterobacteriaceae

Applicare un Diatabs Dipicolinic Acid (DPA) su una piastra di Mueller Hinton Agar inoculata con il ceppo in esame. A 5 mm di distanza (da bordo a bordo) applicare un Neo-Sensitabs Meropenem e, dall'altro lato, un Neo-Sensitabs Ertapenem (distanza 5 mm). MER DPA ERT

Applicare Imipenem+ EDTA (IM+ED) su una piastra di Mueller Hinton Agar inoculata con il ceppo in esame. A 10 mm di distanza (da bordo a bordo) applicare un Neo-Sensitabs Meropenem e, dall'altro lato, un NeoSensitabs Ertapenem (distanza 10 mm). MER IM+ED ERT

Non Fermentanti

Applicare un Diatabs Dipicolinic Acid (DPA su una piastra di Mueller Hinton Agar inoculata con il ceppo in esame. A 5 mm di distanza (da bordo a bordo) applicare un Neo-Sensitabs Imipenem e, dall'altro lato, un Neo-Sensitabs Meropenem (distanza 5 mm). MER DPA IMIP

Applicare Imipenem+ EDTA (IM+ED) su una piastra di Mueller Hinton Agar inoculata con il ceppo in esame. A 10 mm di distanza (da bordo a bordo) applicare un Neo-Sensitabs IMIPENEM e, dall'altro lato, un NeoSensitabs Ertapenem (distanza 10 mm). ERT IM+ED IMIP

Interpretazione dei risultati

L'impiego dei due chelanti EDTA e DPA aumenta la sensibilità del test per la rilevazione delle MBL. La presenza di deformazione dell'alone o di una zona fantasma tra DPA o IM+ED e i due carbapenemi (uno o entrambi) indica la presenza di metallo-beta-lattamasi (MBL)

La presenza deformazione dell'alone o di zona fantasma DPA o IM+ED e i due carbapenemi (uno o entrambi) indica la presenza di metallo-beta-lattamasi (MBL)

Biolife Italiana Srl

Pagina 3 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

PROCEDURA PER LA DETERMINZIONE DELLE CARBAPENEMASI KPC (ENZIMI CLASSE A)

I ceppi che risultano negativi per le metallo-beta-lattamasi possono produrre altre carbapenemasi; tra le più comuni vi sono gli enzimi KPC presenti nelle Enterobaceriaceae, soprattutto in K.pneumoniae ma anche in E.coli, Enterobacter spp., P.mirabilis. Per determinare questi ceppi è possibile posizionare Neo-Sensitabs Ertapenem e Imipenem, in alternativa al Mueller Hinton Agar, per la ricerca dei portatori, direttamente su piastre di Mac Conkey Agar inoculate con il tampone rettale. Posizionare le seguenti tavolette spaziate di 10 mm (bordo-bordo): Ertapenem, Amoxicillin+Clavulanate (AMC), Imipenem MER AMC ERT

Posizionare le seguenti tavolette spaziate di 6 mm (bordo-bordo): Ertapenem, Boronic Acid, Imipenem: IMIP BOR ERT

Eseguire il Modified Hodge Test con Ertapenem e Meropenem (vedi oltre).

Interpretazione dei risultati

I seguenti risultati indicheranno la presumibile presenza di beta-lattamasi KPC: · · · · · Test negativo per le metallo-beta-lattamasi Sinergismo positivo tra Acido Boronico ed uno o entrambi i carbapenemi. Sinergismo negativo tra Cloxacillina 500 µg e carbapenemi (11). Sinergismo positivo tra clavulanato (AMC) ed i carbapenemi (uno o entrambi): non sempre facile da osservare; alcuni ceppi ESBL positivi e con ridotta permeabilità possono dare falsi positivi. Positività al Modified Hodge Test.

Nota Testare solo ceppi resistenti all'Ertapenem poiché ceppi sensibili possono dare falsi positivi con l'Acido Boronico. Conclusioni La presenza di KPC è chiaramente evidenziata da: · Ridotta sensibilità all'Ertapenem · Sinergismo tra Acido Boronico e carbapenemi · Assenza di sinergismo tra Cloxacillina 500 µg e carbapenemi Ceppi iperproduttori di AmpC e con ridotta permeabilità possono essere determinati con il sinergismo tra Cloxacillina 500 µg e carbapenemi (11).

Biolife Italiana Srl

Pagina 4 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

PROCEDURA PER LA DETERMINZIONE DELLE OXACILLINASI (ENZIMI CLASSE D)

I ceppi che producono Oxacillinasi avranno di norma zone di inibizioni per Ertapenem <21 mm e/o zone di inibizioni per Meropenem < 23 mm. Questi ceppi per lo più sono resistente all'Aztreonam. Questi enzimi sono stati riscontrati soprattutto in Acinetobacter baumannii ma anche, raramente, in P.aeruginosa e nelle Enterobacteriaceae (K.pneumoniae, Enterobacter spp.).

Interpretazione dei risultati

I seguenti risultati indicheranno la presumibile presenza di Oxacillinasi: · Test negativo per le metallo-beta-lattamasi · Sinergismo negativo o debolmente positivo tra Amoxicillina+Clavulanato ed uno o entrambi i carbapenemi. · Positività al test Hodge modificato (il test per le oxacillinasi deve essere eseguito con Mueller Hinton Agar addizionato di ZnSO4.6H2O 70 mg/L) Un ceppo deve essere considerato positivo per le oxacillinasi quando tutti e tre i criteri riportati sono soddisfatti.

SCHEMA DI SCREENING DELLE CARBAPENEMASI

IM+ED: Imipenem+EDTA MER: Meropenem ERT: Ertapenem DPA: Dipicolinic Acid AMC: Amoxycillin + Clavulanate Con i Non Fermentanti usare Imipenem in sostituzione dell'Ertapenem

Biolife Italiana Srl

Pagina 5 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

MODIFIED HODGE TEST (MHT)

Il Modified Hodge Test è utilizzato per stabilire se la resistenza ai carbapenemi è dovuta alla presenza di carbapenemasi. Inoculare una piastra di Mueller Hinton Agar (o Mac Conkey Agar) con il ceppo sensibile E.coli ATCC 25922 seguendo la metodologia consueta dell'agar diffusione con dischi (McFarland 0.5 diluito 1:10).

Test per Enterobacteriaceae Test per Non Fermentanti

Posizionare sulla piastra inoculata i Neo-Sensitabs Ertapenem e Meropenem alla distanza di circa 30 mm l'uno dall'altro. Posizionare sulla piastra inoculata i Neo-Sensitabs Imipenem e Meropenem alla distanza di circa 30 mm l'uno dall'altro.

Per Enterobacteriaceae e Non Fermentanti

· · · Preparare una sospensione del ceppo in esame con una torbidità pari a McFarland 0.5 e con un'ansa tracciare una linea di inoculo che passi attraverso i 2 carbapenemi (vedi figura). Tracciare due altre linee di inoculo, perpendicolari alla prima in corrispondenza dei due carbapenemi. Incubare a 35-37°C per 18-24 ore.

Interpretazione dei risultati

La presenza di carbapenemasi è indicata da una alterazione (smussatura) della zona di inibizione dei carbapenemi su E.coli ATCC 25922 attorno al microrganismo in esame (si veda la figura in basso) poiché E.coli è in grado di moltiplicarsi nella zona dove il carbapeneme è stato degradato.

E.coli ATCC 25922 Ceppo in esame

ERT

MER

Modified Hodge Test (MHT) Con i Non Fermentanti usare Neo-Sensitabs Imipemen in sostituzione dell'Ertapemen.

Modified Hodge Test (MHT) K. pneumoniae KPC positiva

Biolife Italiana Srl

Pagina 6 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

PRODOTTI CITATI NELLA SCHEDA TECNICA DELLE CARBAPENEMASI

DIATABS Prodotto e Sigla Boronic Acid-BORON Dipicolinic Acid-DPA NEO-SENSITABS Prodotto e Sigla Ertapenem 10 ug Imipenem+EDTA IM+ED 15µg+750µg Meropenem MEROP 10 µg Imipenem IMIPM 10µg Amoxycillin+Clavulanate AM+CL 20µg+10µg

Codice 2410041 2410051

Confezione 25 pz 25 pz

codice 2380712 2380512N 2364312 2361212 2360112

confezione 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab

PER CIASCUN CODICE DI DIATABS E DI NEO-SENSITABS IL MINIMO QUANTITATIVO D'ACQUISTO E' DI 5 CONFEZIONI.

1) Smith Moland E et al : Newer beta-lactamases : Clinical and Laboratory implications.Clin Microbiol Newsletter 30, 71-84,2008 2) Kyeong Seob Shin et al : Dipicolinic acid based disk methods for detection of metallo-beta-lactamase-producing Pseudomonas spp and Acinetobacter spp. Diagn Microbiol Infect Dis,62,102-105,2008. 3) Soichiro Kimura et al : Evaluation of dipicolinic acid for detection of IMP-or VIM-type metallo-beta-lactamase-producing P aeruginosa clinical isolates. Diagn Microbiol Infect Dis 53,241-244,2005 4) Pasteran FG et al : Klebsiella pneumoniae Carbapenemase-2,Buenos Aires,Argentina. Emerg Infect Dis 14, 1178-1180,2008. 5) Bradford PA et al: Emergence of carbapenem-resistant Klebsiella spp possessing the class A carbapenem-hydrolyzing KPC-2 and inhibitor ­resistant TEM-30 beta-lactamases in New York City. Clin Infect Dis 39,55-60,2004. 6) Poirel L et al : Carbapenem resistance in A. baumannii : mechanisms and epidemiology. Clin Microbiol Infect 12,826-836,2006. 7) Yilmaz M et al : Warning ! Oxacillinase-mediated carbapenem resistance spreading in Enterobacteriaceae. Presentation P-1517, ECCMID 2008,Barcelona. 8) Cuzon G et al : Plasmid-encoded carbapenem-hydrolyzing beta-lactamase OXA-48 in an Imipenem-susceptible K. pneumoniae strain from Belgium. Antimicr Ag. Chemother. 52, 3463-2464,2008. 9) Tsakris A. et al: First occurence of KPC-possessing K. Pneumoniae in a Greek hospital and recommendation for detection with Boronic Acid disc tests. J.A.C. 62, 1257-1260, 2008 10) Doi Y. et al: Simple disk-based method for detection of K. pneumonia carbapenemase-type beta lactamase by use of a Boronic Acid compound. J.C.M. 46, 4083-4076, 2008. 11) Giske Chr. : Personal communication, 2009

Riferimento bibliografico su web

MMWR Weekly Report, March 20, 2009 / 58(10);256-260 .Guidance for Control of Infections with Carbapenem-Resistant or Carbapenemase-Producing Enterobacteriaceae in Acute Care Facilities. http://www.cdc.gov:80/mmwr/preview/mmwrhtml/mm5810a4.htm?s_cid=mm5810a4_e

Biolife Italiana Srl

¤¡©§¨¡¦¥¢£¤¡¢ ¤¡©§¨¡¡¡¦¥¢£¤¡¢ ¤¡©§¨¦¢£¤¡¢ ¤¨¦¢¤¢ ¡ © § ¥¥ £ ¡

Pagina 7 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

SCREENING E DETERMINAZIONE DELLE BETA-LATTAMASI AmpC

I batteri iperproduttori di beta-lattamasi AmpC rappresentano anch'essi un problema clinico poiché generalmente mostrano resistenza verso tutti i beta-lattamici, le cefalosporine di prima, seconda e terza generazione (es. Cefotaxime e Ceftazidime) e non sono inibiti dagli inibitori comuni delle beta-lattamasi come il clavulanato, ma da Acido Boronico e/o Cloxacillina. Ceppi produttori di AmpC mostrano resistenza verso le cefamicine (cefoxitina e cefotetan) e sensibilità verso le cefalosporine di quarta generazione come cefepime e verso i carbapenemi (Imipenem e Meropenem). La produzione costitutiva di beta-lattamasi AmpC ad elevati livelli nei Gram-negativi avviene o per deregolazione del gene cromosomico AmpC o per acquisizione di un gene trasferibile AmpC su un plasmide o su altri elementi mobili. I prodotti del gene trasferibile AmpC sono comunemente chiamati beta-lattamasi AmpC plasmide-mediate. Sino ad ora sono stati identificati 29 differenti geni AmpC plasmide-mediati e grandi sono le preoccupazioni legate a fallimenti terapeutici con scarse alternative terapeutiche. Per questo è importante confermare la loro presenza nei casi identificati come dubbi: resistenza a cefalosporine di terza generazione (ma non al Cefepime), resistenza alla cefoxitina, assenza di sinergismo Cefalosporina/clavulanato, sensibilità intermedia o resistenza a Amoxicillina clavulanato, Con Neo-Sensitabs si conferma la presenza di AmpC: · Con le pastiglie di Cefotaxime+Clavulanato e Ceftazidime+Clavulanato con interposta una pastiglia di Acido Boronico: la formazione di una zona fantasma o di una deformazione dell'alone indicano la produzione di beta-lattamasi AmpC. · Con Cloxacillina interposta tra le pastiglie di Cefoxitina, Ceftazidime e Cefotaxime: la formazione di una zona fantasma o di una deformazione dell'alone indicano la produzione di beta lattamasi AmpC. · Con Imipenem o Cefoxitina che in presenza di Cefotaxime o Ceftazidime potranno avere un effetto antagonistico evidenziando l'origine plasmidica della beta-lattamasi AmpC. Non sono al momento disponibili guide CLSI per la determinazione dei batteri produttori di beta-lattamasi AmpC.

Biolife Italiana Srl

Pagina 8 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

BETA-LATTAMASI AmpC ­ CLASSIFICAZIONE

Cefepime+Clav Ceftazidime+Clav Nessun sinergismo Nessun sinergismo Nessun sinergismo Acido Boronico Sinergismo con Ceftazidime+Clav. e/o Cefotaxime+Clav Sinergismo con Ceftazidime+Clav. e/o Cefotaxime+Clav Sinergismo con Ceftazidime+Clav. e/o Cefotaxime+Clav Sinergismo con Ceftazidime+Clav. e/o Cefotaxime+Clav Cloxacillina 500µg Sinergismo con Ceftazidime e/o Cefoxitina e/o Cefotaxime Sinergismo con Ceftazidime e/o Cefoxitina e/o Cefotaxime Sinergismo con Ceftazidime e/o Cefoxitina e/o Cefotaxime Sinergismo con Ceftazidime e/o Cefoxitina e/o Cefotaxime Cefoxitina o Imipenem Antagonismo con cefalosporine di 3° generazione Nessun antagonismo con cefalosporine di 3° generazione Antagonismo con cefalosporine di 3° generazione Nessun antagonismo con cefalosporine di 3° generazione Cefepime S zona di inibizione >26 mm S zona di inibizione >26 mm S zona di inibizione >26 mm S zona di inibizione <26 mm MIC 1-8 µg/ml

AmpC cromosomiale

AmpC plasmidemediata (o totalmente derepressa AmpC inducibile plasmide-mediata (ACT-1, DHA-1, DHA-2, CFE-1, CMY-13 ESAC* cromosomiale non indicibile (E.coli)

Nessun sinergismo

* ESAC: Extended Spectrum AmpC

SCREENING

La presenza di AmpC derepressa o plasmidica è sospettabile nelle seguenti condizioni · Ceppo resistente alle cefalosporine di 3a generazione - non al cefepime. · Ceppo resistente alla cefoxitina (zona di inibizione < 16 mm) · Assenza di sinergismo tra cefalosporine e clavulanato. · Ceppo I/R ad Amoxicillina+Clavulanato. · I ceppi di Serratia con AmpC derepressa, sono sensibili a Ceftazidime. · Providencia ssp, Morganella ssp e Serratia spp con AmpC derepressa possono apparire S/I alla cefoxitina. · I ceppi che producono beta-lattamasi AAC-1 sono sensibili alla cefoxitina.

CONFERMA

Applicare un NeoSensitabs Cefotaxime+Clavulanate (CTAX+CL) e un Neo-Sensitabs Ceftazidime+Clavulanate (CAZ+CL) su una piastra di Mueller Hinton Agar inoculata con il ceppo in esame. Tra questi, a 10 mm di distanza (da bordo a bordo), applicare un Diatabs Boronic Acid . Se il ceppo è totalmente resistente alla combinazione Cefalosporine+clavulanato la distanza deve essere ridotta a 5 mm. Applicare un NeoSensitabs Ceftazidime (CAZ), un Neo-Sensitabs Cefoxitin (FOX) ed un Neo-Sensitabs Cefotaxime (CTX) su una piastra di Mueller Hinton Agar inoculata con il ceppo in esame. Tra questi, a 5-10 mm di distanza (da bordo a bordo), applicare un Neo-Sensitabs Cloxacillin 500µg (CLOX). A 15 mm di distanza dal bordo del Ceftazidime applicare l'Imipenem (IMP) per la determinazione dei ceppi inducibili.

10 mm

BOR

10 mm

CAZ + CL

CTAX + CL

IMP FOX

15 mm

CAZ

5-10 mm

CLOX

5-10 mm 5-10 mm

CTX

Biolife Italiana Srl

Pagina 9 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

INTERPRETAZIONE

Il ceppo è positivo per la produzione di una beta-lattamasi AmpC quando: · Vi è la presenza di deformazione dell'alone o di una zona fantasma (sinergismo) tra Acido Boronico e Cefotaxime+Clav o Ceftazidime+Clav. · Vi è la presenza di deformazione dell'alone o di una zona fantasma tra Cloxacillina 500µg e Ceftazidime e/o Cefoxitina e/o Cefotaxime. Le AmpC mediate da plasmidi si distinguono da quelle cromosomiali poiché, con poche eccezioni, non sono inducibili. I ceppi produttori di beta-lattamasi AmpC plasmidiche, inducibili ((ACT-1, DHA-1, DHA-2, CFE-1, CMY-13) mostrano antagonismo (zona distorta) tra Cefoxitina o Imipenem e le cefalosporine di 3° generazione. I ceppi di Klebsiella spp, Salmonella spp, P.mirabilis che mostrano sinergismo con l'Acido Boronico e/o la Cloxacillina 500µg producono presuntivamente beta-lattamasi AmpC plasmide-mediata. Il metodo non distingue tra AmpC cromosomica e AmpC plasmidica in E.coli ma il test è utile per selezionare i ceppi per ulteriori analisi. I ceppi con AmpC plasmide-mediata sono spesso multiresistenti e possono mostrare colonie isolate vicino al bordo della zona di inibizione delle cefalosporine di 3° generazione o dei dischi di Aztreonam.

FENOTIPO INDUCIBILE

Il fenotipo inducibile è identificato usando Imipenem o Cefoxitina accanto ad una cefalosporina di 3° generazione, ad una distanza di 15 mm. La comparsa di una zona d'inibizione distorta indica la presenza di beta-lattamasi AmpC inducibile. Il trattamento con cefalosporine di 3a generazione è sconsigliato nelle infezioni severe (fatta eccezione per UTI) da Enterobacter spp, C.freundii, Serratia spp e Morganella spp, per il rischio di selezione di ceppi resistenti alle cefalosporine durante la terapia.

AmpC + ESBL

Il criterio di screening per la valutazione della presenza concomitante di ESBL e AmpC in Enterobacter spp. C.freundii e Serratia spp è una MIC per Cefepime >1 µg/ml (zona di inibizione <26 mm) Livelli di espressione elevati di AmpC impediscono il riconoscimento delle ESBL. Per la determinazione di questi ceppi è indicato l'impiego di Cefepime e Cefepime+Clavulanato poiché anche elevate produzioni di AmpC hanno poco effetto sulla sua attività.

Biolife Italiana Srl

Pagina 10 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

PRODOTTI CITATI NELLA SCHEDA TECNICA DELLE BETA-LATTAMASI AmpC

DIATABS Prodotto e Sigla Boronic Acid-BORON Cloxacillin 500 µ - CL500 NEO-SENSITABS Prodotto e Sigla Cefotaxime 30µg+Clavulanate 30+10 Cefpodoxime+Clavulanate CFPOX+CL 10+1µg Ceftazidime CEZDI 30µg Cefoxitin 30 µg CFO30 30 Cefotaxime CFTAX 30µg Imipenem IMIPM 10µg Cefepime CFEPM 30µg Cefepime+Clavulanate CP+CL 30µg+10µg

Codice 2410041 2410031

Confezione 25 pz 25 pz

codice 2364712 2380912 2364012 2362912 2363912 2361212 2371212 2364812

confezione 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab

PER CIASCUN CODICE DI DIATABS E DI NEO-SENSITABS IL MINIMO QUANTITATIVO D'ACQUISTO E' DI 5 CONFEZIONI.

Bibliografia

Raglio A., Grigis A., Migliavacca R., Arosio M., Vailati F., Passera M., Pagani I., Goglio A. Rilevazione di ceppi di Enterobatteri ESBL e AmpC (CLB) con test di sinergia con Acido Boronico e con Cloxacillina. P066, XXXVII Congresso Nazionale AMCLI, Stresa 5-8 Ottobre 2008.

Biolife Italiana Srl

Pagina 11 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

DETERMINAZIONE DELLE BETA-LATTAMASI A SPETTRO ESTESO (ESBL)

Neo-Sensitabs utilizzabili per la determinazione delle ESBL

Prodotto e Sigla codice confezione

Cefepime CFEPM 30µg Cefotaxime CFTAX 30µg Cefpodoxime CFPOX 10µg Ceftazidime CEZDI 30µg

2371212 2363912 2363212 2364012

1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab

Cefepime+Clavulanate CP+CL 30µg+10µg Cefotaxime 30µg+Clavulanate 3 CFTAX+CL 30+10 Cefpodoxime+Clavulanate CFPOX+CL 10+1µg Ceftazidime+Clavulanate CZ+CL 30µg+10µg

2364812 2364712 2380912 2364612

1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab 1 X 50 Tab

PER CIASCUN CODICE DI DIATABS E DI NEO-SENSITABS IL MINIMO QUANTITATIVO D'ACQUISTO E' DI 5 CONFEZIONI.

Ceftazidime Cefotaxime Cefepime

PER IL TEST DI CONFERMA DELLE ESBL USARE

Ceftazidime+Clavulanate Cefotaxime +Clavulanate Cefepime+Clavulanate

Impiegare un inoculo pari a 0.5 Mac Farland su Mueller Hinton Agar

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI

Si conferma la presenza di ESBL se, per il ceppo in esame: Ceftazidime+Clavulanate Cefotaxime +Clavulanate Cefepime+Clavulanate

Aloni di inibizione da

rispetto a

5mm

Ceftazidime Cefotaxiime Cefepime

Per una descrizione dettagliata delle metododiche e dei criteri interprtativi per ESBL si rimanda alla NeoSensitabas User's Guide SCARICABILE DAL SITO www.rosco.dk.

Biolife Italiana Srl

Pagina 12 di 13

Dossier Resistenze nei gram negativi, rev.1 05/2009

CARATTERISTICHE PECULIARI DEI NEO-SENSITABS

· · · · · · · · · · · Tavolette prodotte con un processo che utilizza molecole antimicrobiche allo stato secco e cristallino. Prodotto stabile ed altamente omogeneo. Nessuna perdita di attività dovuta alla degradazione dell'antiobiotico. Rilascio controllato ed uniforme dell'antiobiotico nel terreno di coltura. Risultati affidabili e riproducbili. Lunghissima shelf life: fino a 4 anni con conservazione a temperatura ambiente (solo alcune alcune molecole a 2-8° C). La formulazione esclusiva dei Neo-Sensitabs consente di produrre tavolette contenenti composti "difficili" come Imipenem+EDTA, Daptomicina+Calcio, caspofungina, comunque ad elevata stabilità e validità. Disponibilità di più di 125 antimicrobici Codifica con sigle sulle tavolette con un sistema alfanumerico a 5 lettere per una identificazione logica, sicura e facile anche con sistemi di lettura automatici Standardizzazione delle attività in conformità alle raccomandazioni del CLSI. Disponibilità di Distributori per la dispensazione rapida delle tavolette sulle piastre da 90 mm e da 120x120 mm.

Dal sito ROSCO DIAGNOSTICA è possibile scaricare la User's Guide con utili ed esaustive informazioni sul test di sensibilità e sull'uso dei Neo-Sensitabs

www.rosco.dk

! $ % & ' ( &) $ '

" $& '

!" # *!

"

+ & 3 4 # . %

, / 0 4* 2 15 , -

-

s

1

# 20 6

Biolife Italiana Srl

Biolife Italiana Srl

Pagina 13 di 13

Information

Microsoft Word - DOSSIER RESISTENZE GRAM NEG rev1.doc

13 pages

Report File (DMCA)

Our content is added by our users. We aim to remove reported files within 1 working day. Please use this link to notify us:

Report this file as copyright or inappropriate

107537